vegetariani, vegani, crudisti, respiriani… mah…

By 8 Aprile 2016Agosto 23rd, 2019Blog

Fino a 10 anni fa chi diceva di essere vegetariano veniva guardato con sospetto, anzi a dire la verità con un po’ di fastidio. Della serie: “ma che palle questo, proprio qui doveva venire a cena?” E certo, qui in Piemonte guai a stare senza carne! Il menù della domenica a casa dei miei nonni era: salame e prosciutto tanto per iniziare; agnolotti al ragù o risotto alla salsiccia, bollito o brasato, rolatine o spezzatino. Et voilà! Io non sono mai stata una fanatica della carne, ho sempre amato molto le verdure e ancora oggi potrei fare a meno di tutto tranne che di pomodori d’estate. Però adesso ti viene da riflettere, tumori, alimentazione, abitudine errate… E io che ne vedo e ne sento di diversi colori a colazioni devo dire che molti spunti presi si sono  rivelati una manna. Un esempio? Pane e olio a colazione. Non mangiavo pane dalla notte dei tempi perchè mi piace così tanto che se inizio non riesco a smettere. Invece adesso la mattina 3 belle fette di pane integrale con un buon olio evo e fino alle 13 vado come una vecchia locomotiva. E diventa un po’ indigesto ammettere che i tedeschi, oltre alle Birkenstock, avevano anche ragione sul salato la mattina!!

Così sto provando a sperimentare, spinta anche dalle ragazze del gruppo Gioia che ho avuto il piacere di ospitare.

E non mi sono fermata al vegetariano, ma sono andata giù dura di vegano!

Certo cambiare anni di educazione alimentare non è facile, ma io la carne non la mangio da 7 mesi e sto benone. Quindi amici sappiate, per voi sono pronta ad affrontare anche la dieta Paleo, e sempre con il sorriso. Perchè non è mai troppo tardi per mettersi in discussione.

Leave a Reply